CONTROLLO INVERTER - GM_Elettrotecnica

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CONTROLLO INVERTER

Pompe e Ventilatori

Vantaggi

Il 70% dei consumi elettrici nell'industria è connesso al funzionamento di motori.
Il 33% di tali motori controlla pompe o ventilatori.
La maggior parte delle pompe e dei ventilatori è comandata da un avviatore diretto di tipo dolce (soft starter). Ciò significa che il motore funziona alla massima velocità e si ottiene la variazione del flusso. Quando il flusso diminuisce, il consumo energetico si riduce di pochissimo. All'80% del flusso nominale, il consumo energetico rimane pari al 95%.
Il risparmio potenziale nella base installata è enorme.
L'associazione CEMEP ha realizzato una simulazione per il mercato europeo. L'utilizzo dell'azionamento in tali applicazioni potrebbe far risparmiare 900 milioni di euro all'anno e 4 milioni di tonnellate di CO2 all'anno.
In che modo un cliente può gestire l'energia in modo più efficiente?

Per risparmiare energia è necessario:
- comandare il motore con un inverter di frequenza anziché con un contattore o un avviatore dolce
- rimuovere il dispositivo di limitazione (valvola o smorzatore)

L'inverter CA consente di regolare la velocità della pompa o del ventilatore, pertanto il flusso
Ne deriva un enorme risparmio rispetto alle soluzioni convenzionali:
- fino al 50% per i ventilatori, ritorno del capitale investito nell'azionamento entro un anno
- fino al 30 % per le pompe, ritorno del capitale investito entro 2 anni
Soluzioni o architetture utilizzate nell'applicazione

Soluzioni o architetture utilizzate nell'applicazione

A) Soluzione senza azionamento
Il motore gira a velocità fissa in base alla frequenza di rete e al numero di poli.
Esempio: 3600 giri al minuto per 60 Hz
Motore a 2 poli
Il solo modo di regolare il flusso è un dispositivo di limitazione (smorzatore) che genera perdite


B) Soluzione di risparmio energetico con azionamento
L'azionamento, detto anche inverter di frequenza, consente di variare la frequenza e pertanto la velocità del motore.
Il flusso è direttamente proporzionale alla velocità.
Non occorrono più smorzatori o valvole


C) Consumo energetico con e senza azionamento
Esempio per ventilatore
Smorzatore d'uscita
Azionamento con velocità variabile
50% di risparmio energetico all'80% del flusso nominale


Esempio per pompa
Valvola di controllo
Azionamento
30% di risparmio energetico all'80% del flusso nominale
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu