SISTEMI TELECONTROLLO - GM_Elettrotecnica

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

SISTEMI TELECONTROLLO

Descrizione
Il Telecontrollo può limitarsi alla lettura di un dato a distanza, operazione detta monitoraggio, o prevedere anche la modifica dello stato di un sistema remoto attraverso attuatori, operazione detta regolazione. È necessaria la presenza di un centro di controllo e supervisione, in casi complessi possono essere più di uno e gerarchicamente connessi, per l'elaborazione dei dati che provengono dagli apparati in campo: sensori, attuatori, trasduttori che sono dislocati sull'impianto al fine di renderli fruibili ad un operatore.
Il Telecontrollo si basa sullo scambio di informazioni tra una periferia e un centro di controllo, quindi un ruolo importante viene svolto dall'infrastruttura di comunicazione che si può realizzare attraverso diversi supporti fisici come la fibra ottica, vettori radio e rete telefonica. Allo scopo di acquisire e demandare i dati sono invece deputate le Remote Terminal Unit (RTU) o Programmable logic controller (PLC). Si tratta di apparecchiature elettroniche periferiche dotate di una intelligenza locale e in grado di compiere elaborazioni.

Applicazioni
Le applicazioni possibili del Telecontrollo sono diverse. Solo per citare alcuni esempi:

  • Teleriscaldamento
  • Meetering: telelettura e telegestione
  • Controllo del carico elettrico: approccio efficace per la gestione dei consumi
  • Impianti acquedottistici e di depurazione acque reflue
  • Semafori e viabilità
  • Controllo del livelli degli inquinanti
  • Automazione degli edifici
  • Illuminazione Pubblica
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu